lunedì 18 febbraio 2013

VOTARE NON VOTANDO

Ciao a tutti/e,
oramai siamo in pieno periodo elettorale, ne vediamo e ne sentiamo di tutti i colori in tv e sui giornali, ma anche su internet.
Mai come questa volta, non mi sento rappresentato da nessun schieramento politico. Certamente ho notato che tutti i partiti hanno dei bellissimi programmi elettorali, però come si suol dire..tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare, tant'è.
Quindi per questa ragione e per una legge elettorale(a mio modesto parere) sbagliatissima, mi sono messo a cercare se c'è un modo per andare a votare non votando.

Premetto purtroppo che metodi non ce ne sono, salvo quello di annullare la scheda o non recandosi alle urne, gesti che o possono dare l'impressione di menefreghismo da parte del cittadin, o di una protesta sbagliata nei modi.
Quindi mi son messo alla ricerca e mi sono imbattuto in un metodo che apparentemente può essere utile ma che potrebbe rivelarsi un arma a doppio taglio per il cittadino che ne usufruisce.

Il metodo è quello di rifiutare le schede elettorali. Forse qualcuno già conosce questa tecnica presunta che gira in rete, in pratica si va a votare presentando i documenti più la tessera elettorale vidimata. Non bisogna nemmeno toccare la scheda(altrimenti viene considerata nulla e rientra nel sistema del premio di maggioranza), la si rifiuta e pretendere dall'ufficio elettorale che il tutto venga verbalizzato e che in calce al verbale venga scritto il motivo del rifiuto al voto. Per esempio si chiede di scrivere non voto perchè non mi sento rappresentato o altro.

Per dimostrare la validità del tutto, molti, tirano in ballo la oramai famosa legge 104 comma 5, ve la scrivo:

"Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000."

Con ciò si è sicuri di aver risolto il problema, invece a mio avviso, non si dimostra nulla se non che il presidente del seggio deve inserire nel verbale proteste o reclami, cosa che farà sicuramente.
Però la domanda è questa: si può reclamare perchè i nostri politici non sono cosi come vorremmo? Sicuramente si, ma non però dal presidente di un seggio elettorale.
Si può non votare qualcuno alle urne ma non protestare contro il seggio.
Il presidente, di sicuro vi farà storie! Qualcuno ha detto che non è un problema, si chiamano le forze dell'ordine all'interno del seggio ed il gioco è fatto. Facile no?
Facilissimo se si incontra un presidente alle prime armi o se chi usufruisce di questo modo ha lingua svelta o è padronissimo della materia.
Ma se ci si imbatte in un presidente ferratissimo, beh, il discorso cambia.
Di sicuro vi farà storie e voi intralcerete cosi le operazioni di voto e sarà lui a chiamare le forze dell'ordine per allontanarvi.
Certo, perchè è vietato dalla legge intralciare le operazioni di voto!
E ripeto, questa legge dice tutto e nulla ed è inutile dire non dice che si può fare, però non dice nemmeno che non si può fare, perchè correrete il rischio di avere qualche problema amministrativo o addirittura penale se le cose non si mettono nel modo giusto.

Confesso che anche io sono stato allettato ad utilizzare questo giochetto però, ho preferito documentarmi meglio e penso che non sia la cosa giusta da fare. Quindi ho pensato di scriverlo nel blog, perchè dei problemi potrebbero esserci! Quindi meglio informarsi perchè non si può dire: l'ho letto su internet.
Gli unici metodi, lo ripeto, sono o non andare a votare o annullare le schede scarabocchiandoci sopra.
Metodi che potrebbero da un lato sembrare di menefreghismo civile, anche perchè basterebbe un solo votante valido per convalidare le elzioni.
Tuttavia non si può negare che se l'astensionismo raggiunge l'80% degli aventi diritto al voto, forse e sottolineo il forse, si potrebbe ottenere qualche cosa o almeno dare un segnale forte.
Se avete un modo legale per votare non votando, vi chiedo di scriverlo nei commenti.
Voi cosa ne pensate? Vi sentite rappresentati o invece siete nella mia stessa condizione?
Vi aspetto in molti per uno scambio di opinioni.
A presto.

2 commenti:

  1. Concordo con ciò che hai scritto, come al solito quando ci sono le elezioni, la maggior parte delle persone nn sa chi votare o, peggio ancora, si lascia condizionare da queste mandrie di imbecilli. Morale della favola, io nn voterei nessuno.. !!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao anonimo,
    purtroppo ci si lascia spesso condizionare da ciò che la rete ci offre.
    Internet a volte può diventare un arma a doppio taglio, in quanto ci offre si, la possibilità di dire tutto, però a volte bisogna anche calcolare i pro e i contro di ciò che si scrive.
    Votare è un diritto e un dovere però a volte se non ci si sente rappresentati cosa si fa? Purtroppo ho notato che c'è un vuoto legislativo in questo caso. Penso che il metodo che ci indicano alcuni siti non sia quello giusto per mostrare il proprio dissenso
    Ciao e grazie per il tuo commento..

    RispondiElimina