lunedì 25 febbraio 2013

FOLLIE ELETTORALI

Ciao a tutti/e,
finalmente la campagna elettorale è giunta al termine e tra un pò le urne saranno chiuse, speriamo che chi verrà eletto, inizi a pensare a come migliorare il paese e soprattutto la qualità di vita degli italiani.
Nel frattempo, ho notato che nei seggi elettorali ne sono accadute di cotte e di crude, cose in alcuni casi che sfiorano la situazione comica, quindi ho deciso di postare alcuni epsodi.

A Roma ad esempio alcuni elettori hanno scattato foto ricordo alle loro schede elettorali..con la ics già segnata. Naturalmente, che si tratti di un evento importante o che si sia andati in bagno una volta di più, non si è fatta una cosa se non la si scatta con un cellulare e se non la si pubblica su facebook.
Ergo..chi ha scattato foto le ha pure pubblicate, ignaro che questo gesto è un reato che prevede pene amministrative ma anche penali. Per correttezza vi dico anche a quanto ammonta il danno: multa dai 300 ai 1000 euro e detenzione da 3 a 6 mesi.
Se leggete ed avete pubblicato, regolatevi di conseguenza se volete evitare eventuali noie.

Tutto ciò non è mica accaduto solo a Roma, ma un pò in tutta Italia, forse si è presi dall'entusiasmo del momento o forse dalla delusione della classe politica, fatto sta che anche a Genova un tizio è stato sorpreso mentre riprendeva le operazioni di voto e ha dato in escandescenze. A fine storia ha deciso di portarsi con se sia la scheda elettorale che la matita copiativa, quale trofeo migliore da mostrare agli amici? Addirittura meglio di pubblicare il tutto su un social.
Il presidente del seggio, un pò perchè spaventato ed un pò per tutelarsi ha chiamato subito le forze dell'ordine presenti al seggio(per 3 giorni di fila notte e giorno, un pensiero va a loro) che, oltre a fermarlo, l'hanno denunciato per turbativa delle operazioni di voto(anche questo è reato).

A Napoli invece è accaduto un altro episodio che sembra uscito da un film comico.
Alcuni ladri hanno deciso di andare a svaligiare una scuola e ci sono persino riusciti, portando via pc, stampanti ed altri affari dalla segreteria, solo che non sapevano che..la scuola era seggio elettorale, quindi presidiata da poliziotti e carabinieri.
Appena notata la presenza delle forze dell'ordine hanno lasciato li tutto e se la sono dati a gambe!

Sempre a Napoli, alcuni tifosi hanno deciso, in segno di protesta contro il tesseramento di bruciare le fotocopie delle loro tessere elettorali.

Infine, in alcuni posti del paese dove era prevista neve, i componenti del seggio elettorale hanno deciso di restare nelle scuole per ben 3 giorni di seguito per garantire le operazioni di voto in caso di tempeste di neve. Loro si che hanno avuto grande senso di responsabilità.

Insomma, in alcuni seggi le votazioni son state vissute molto intensamente, forse sarà dovuto al clima politico del paese, forse la gente ha paura, o forse son state solo persone un pò eccentriche.
A voi invece è capitato qualche episodio buffo quando siete andati a votare? Se volete, lasciate la vostra esperienza nei commenti.
Ci aggiorniamo presto..

Nessun commento:

Posta un commento