mercoledì 28 settembre 2011

COSA ACCADE IN TV

Ciao a tutti/e,
nel post precedente ho accennato alla tv di oggi che non pubblicizza nel modo giusto le notizie interessanti che potrebbero riguardare la storia dell'uomo e non solo. Tipo scoperte scientifiche, opere teatrali, notizie interessanti varie.
A dire il vero, ho notato che nella tv di oggi accadono cose davvero strane.
Una volta infatti il piccolo schermo aveva un ruolo educatiuvo per la società, oggi invece diseduca le nuove generazioni(ma anche quelle più adulte in alcuni casi).
Qualcuno potrà obiettare che l'educazione ad un ragazzo o ad un adulto spetti alle famiglie e non ai mass media, però penso che se all'interno del nucleo familiare ci sia impegno per dare dei valori, i mezzi di informazione di oggi, facciano di tutto per smentire i buoni insegnamenti che ci vengono dati.

A cosa mi riferisco? Porto alcuni esempi per essere più chiaro.
Dunque, ho notato in alcune pubblicità, ma non solo, una tendenza a pilotare le persone o a orientare l'opinione pubblica ad essere non uomini e donne(tranquilli non mi riferisco al programma), bensì piccoli greggi di pecore non pensanti.
Proviamo ad osservare e non a vedere la tv.
La pubblicità dei giochi dello stato, per esempio, tipo gratta & vinci, oppure lotto, superenalotto, o anche le semplici bollette che si giocano prima di una partita. Cosa vi fanno pensare? Cosa c'è secondo voi che non quadra? Nulla! Verrebbe da dire, ma non è cosi.
Premettiamo dicendo che almeno 2/3(due terzi) del montepremi incassato va allo stato, quindi un superenalotto di 2 Euro, nel montepremi vanno 60 Cent circa.
Fin qui ancora poco di anomalo. Però se riflettiamo alla pubblicità..cosa ci dice? slogan del tipo: "ti piace vincere facile?" per poi dire "gioca responsabile".
Questo secondo me è entrare nella psicologia delle persone. Perchè? Chi gioca lo fa per vincere e non per contribuire al pareggio del bilancio dello stato, quindi se gli dici vinci facile, il tizio che gioca se ne frega poi di giocare responsabile, "Tanto si vince facile!! E intanto? Si buttano i soldi.
Stessa cosa vale per i gratta & vinci. Quanti gratta e vinci sono vincenti su un totale di 100?
La pubblicità ci fa sognare, ci fa vedere già spaparanzati su un isola circandati da belle donne(per i maschietti) o bellissimi machi(per le femminucce). Ma in realtà? Quanti si sono arricchiti e sono alle Maldive?
Quanti hanno comprato ville ed auto di lusso?
Quindi sembra una vera e propria presa per i fondelli non credete?
Le persone giocano perchè vogliono un futuro migliore, arricchirsi facilmente però anche onestamente e..quale migliore occasione di un bel superenalotto?
In realtà non è cosi sembra.

Tutto il meccanismo si basa sul denaro facile, sul sesso facile e senza limiti, come accade in alcuni programmi e pubblicità.
Mi è capitato di vedere la pubblicità di un braccialetto, dove una donna viene ripresa semi nuda dai piedi alla testa e infine, come accessorio secondario, viene inquadrato il "gioiello" in questione.
Ora dico: un uomo che ha visto quella bellezza della natura, cosa gliene importa poi del bracciale? Ed una donna che guarda quella ragazza, si ripeterà tra se"sarò mai come lei?"

In televisione dicevamo, si basa tutto sui desideri e i bisogni della gente: dicevamo denaro, sesso e..come poteva mancare? Il potere! Ce n'eravamo dimenticati?
Programmi come Il grande fratello, l'isola dei famosi e tanti altri del genere danno l'impressione ad una persona, magari un pò sfigata, di poter raggiungere il successo facile.
Basta spogliarsi, dichiararsi gay, lesbiche, dichiararsi ragazzo/a facile, fare un calendario, portarsi un uomo o una donna potente a letto ed il gioco è fatto, si diventa vip.
Ma poi?A che prezzo?
Cosa ci resta di tutto ciò? Il successo vero si raggiunge facendosi "il mazzo" come si suol dire e non dando il suddetto.
Il successo cosi facilmente ottenuto è un attimo, brucia nel modo in cui si è creato!
E poi? Cosa resta?
Si gioca e si perdono i soldi guadagnati tra tante difficoltà e sacrifici.
Ci si spoglia, ci si fa ammirare da tutti e non solo dalla person amata che poi magari scappa.
Ci si  ritrova infine più sconosciuti di prima.
I grandi vip, dai comici(Totò, Eduardo, Alberto Sordi) a quelli drammatici italiani e stranieri(Robert De Niro, Kirk Douglas per citarne alcuni) avevano in se doni innati ed hanno coltivato ed allenato una vita quei doni per arrivare ad essere chi sono stati.
Bisognerebbe avere più umiltà e avere il coraggio di amare se stessi più che gli oggetti o la futilità che ci circonda. Solo cosi ci si può nterrogare su quali siano i propri talenti, le proprie doti, i propri desideri ed i propri sogni.
Bisogna finalmente mettersi alla ricerca dell'essere qualcuno e non di fare qualcuno o imitare qualcuno.
Meglio essere se stessi e guardarsi a testa alta davanti allo specchio sapendo di aver lottato per diventare l'uomo o la donna che si è, piuttosto che vivere nella scia di qualcuno che sfrutta soltanto la bellezza esteriore e la sete di nulla che hanno alcune "ingenue" persone.
Guardiamoci un pò tutti dentro per dare al mondo il meglio di se, tutti possono riuscire a farlo.
Alla prossima

Nessun commento:

Posta un commento