martedì 29 luglio 2014

ATTENTI AL SOCIAL


Ciao a tutti/e,
in questi giorni, navigando su internet, mi sono imbattuto in un video su You tube. Il filmato era molto interessante ed allo stesso tempo comico. In pratica, un uomo, finge di saper prevedere il futuro.
Ferma tizi, sconosciuti per strada, cosi a caso, e gli propone di entrare in un tendone.
Qui gli chiede nome e cognome e racconta tutto ciò che accade nella loro vita di tutti i giorni.
Il bello è che indovina davvero!
L'età, il nome del partner, se ha una casa di proprietà, gli descrive figli o parenti, l'auto ed addirittura se ha un mutuo in banca. Il tutto sotto lo sguardo sorpreso delle vittime dello scherzo.

Si, perché di semplice burla si tratta. D'improvviso infatti, viene giù il tendone e..POOF..appare un pc con aperte pagine di alcuni social, dove ci sono foto private o post del burlato.
Naturalmente, il tutto finisce con sorrisi ed abbracci che rendono il tutto molto simpatico.
Però, quisquilie a parte, il video fa pensare e molto(infatti questo era lo scopo di chi lo ha prodotto).
Tantissimi, raccontano la loro vita sui social network e tutti inseriscono nei loro profili foto di tutti i loro affari, privati e non.
Si va da una semplice passeggiata con gli amici ad una cena con il fidanzato/a, dall'acquisto di un nuovo capo di abbigliamento al proprio stato d'animo del momento, fino ad arrivare alle situazioni sentimentali o ai viaggi che si fanno.

E' sempre molto bello ed amichevole condividere al pc i propri momenti e sensazioni con le persone care, però, bisogna considerare che il mondo(anche quello virtuale) è pieno di persone che possono approfittare delle vostre debolezze. Prendere tranquillamente dati privati dai vostri account o riconoscervi per strada e utilizzare ciò che avete comunicato al pc, contro di voi. Forse è una delle cose più facili da fare. E di sicuro, resterete di stucco. Quasi come se chi avete di fronte è davvero un uomo o una donna, messo sulla vostra strada dal destino.
Invece non è cosi, in quanto, è gente messa sul vostro cammino da voi stessi involontariamente.
Naturalmente, non bisogna essere pessimisti, anzi! Realisti si!
Cercare di evitare di immettere nelle vostre biografie foto private e soprattutto quelle dei vostri figli minorenni, potrebbe essere un ottima forma di precauzione.
O anche evitare di scrivere, che avete conti in banca, che state in viaggio per molto tempo e tutte quelle informazioni che potrebbero essere utilizzate in maniera errata.

Inoltre, questo è un mio parere personale, noto che tanti si seguono su Facebook, Twitter etc etc, però nemmeno si salutano incontrandosi per strada. Personalmente, ho anche assistito a veri e propri litigi per mancata concessione di amicizia...virtuale.
Penso che quando si fanno foto e le si vuole mostrare, sia molto più bello prendere appuntamento al bar con parenti, amici ed affini, ordinare un bel caffè e ricordare insieme i vecchi tempi.
La cosa costa un po' più tempo però, è meno virtuale e più reale.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento