giovedì 18 giugno 2015

I MEDICI LE CHIEDONO LA FIGLIA DA SALVARE: SI RIFIUTA E LE SALVA ENTRAMBE

Ciao a tutti/e,
la storia che vi racconto oggi è vera, accaduta nel 2013. Una storia d'amore puro, vero, come è solo quello che lega un genitore, in particolar modo una madre, al proprio figlio. Alle figlie nel nostro caso.
Il fatto è accaduto a Carmelle Hartgrove di 32 anni ed al marito Steve di 36, una coppia come tante, si amano, si sposano ed i frutti del loro amore sono i figli che mettono al mondo.
Un giorno, Carmelle è incinta per la terza volta, di due gemelle, lei è felice, ma, i medici visitandola, le danno una triste notizia: solo una nascerà viva in quanto, le piccole, condividono lo stesso sacco amniotico e la stessa placenta, di conseguenza, i loro cordoni ombelicali, si sono intrecciati ed il flusso dell'ossigeno viene limitato insieme alle sostanze nutritive. L'unica possibilità di far sopravvivere una figlia è uccidere l'altra abortendo.
L'unica cosa che i medici concedono alla donna è che lei dovrà scegliere chi! 
Come si può chiedere ad una madre di scegliere? Ad una donna che è incinta e che già ama più di se stessa i suoi figli?

Lei e suo marito si informano, chiedono quante possibilità ci sono di far nascere entrambe le gemelline: il 30%! Solo un terzo delle possibilità che nascano vive. Per rendere l'idea, al 70% le piccole non sarebbero sopravvissute. 
No, una mamma non può scegliere e nemmeno suo padre può farlo, bisogna aver fede, bisogna puntare su quel 30%, sulle possibilità che solo l'amore può dare. Non ci si può arrendere. "Con che coraggio posso guardare l'altra gemella se ne ammazzo una?" questo si ripeteva Carmelle ogni giorno.


Decide quindi di proseguire nella gravidanza, l'amore vincerà, soffre tanto, ma alla fine esce vincitore, perché questa è la natura di una madre, la natura di noi essere umani: AMARE!
La famiglia si è unita, si è stretta formando un unico nucleo.

Carmelle lavorava, nascondeva a tutti ciò che sarebbe potuto accadere, hanno lottato insieme e...il miracolo è avvenuto, le due gemelline sono nate alla trentaduesima settimana e dopo quasi due anni stanno benissimo, sono anche stupende ed hanno ricolmato di gioia la mamma, il papà e non solo.

Si chiamano Charis Faith(fede) e Connie Grace(grazia) perché i loro genitori hanno avuto fede e ricevuto una grazia. Vivono con la loro sorellina Charlotte di 12 anni e il fratellino Callum di 9. 
La mamma racconta che, appena nate dormivano abbracciate, ora le piccole dormono separate, in culle diverse ma, di primo mattino, l'una scavalca la culla dell'altra perché non possono stare separate, sono sorelle, hanno combattuto e vinto già nel grembo della mamma, si ameranno e resteranno unite per sempre con la loro sorellina ed i loro 2 fratellini. 

No, non ho dimenticato qualcuno nel raccontarvi questa storia ma, Carmelle e Steve si amano alla follia ed hanno concepito e partorito Carter il 5° figlio. 
Anche loro resteranno sempre insieme perché, nella vita, bisogna sempre puntare sull'amore anche se sembra impossibile, anche se è faticoso e sacrificato, anche se fa paura: l'amore vince sempre!
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento