venerdì 21 agosto 2015

IL CORSO PER DIVENTARE PARCHEGGIATORE ABUSIVO


Ciao a tutti/e,
chi di noi non ha mai avuto a che fare con un parcheggiatore abusivo? E quanti poi hanno avuto la meglio?Eh lo so, siamo in pochi, ma qualcuno ce l'ha fatta!
Scherzi a parte quello dei parcheggiatori abusivi sta diventando sempre più una piaga sociale.
Qualcuno ha pensato di prenderla con filosofia ed ironia creando il gruppo Facebook "Corso per diventare parcheggiatore abusivo".

L'iniziativa è nata a Catania ed è iniziata il giorno 14 agosto(sembra sia stato l'unico giorno del corso) e sono state date le nozioni base e non solo, su come diventare un parcheggiatore. Alcune fonti parlano di circa 26.000 iscritti!
Leggendo sulla pagina, ci sono state alcune lezioni con tematiche davvero interessanti che mi permetto riportarvi di seguito:

  1. Perché i soldi li devono dare subito e non alla fine.
  2. Mezzi para-legali di coercizione
  3. Il trattamento obbligatorio per l'utenza che richiede la licenza o una ricevuta.
  4. Come riconoscere subito il finanziere o quello che lavora alla questura.
  5. Piccoli e rapidi danni alla carrozzeria per chi rifiuta il pagamento.
  6. Perché è illegale accettare cifre sotto i 50 centesimi.
  7. Lasciare le chiavi implica un supplemento e nessuna certezza di restituzione.
  8. Come parcheggiare sui marciapiedi e sulle isole pedonali.
  9. L'assegnazione delle zone tra colleghi.
  10. Impara a fare manovra con il tradizionale: "vada, vada, vada".
Un vero e proprio addestramento per diventare un parcheggiatore abusivo doc...casione!!!!!
Scherzi a parte, il problema è davvero pesante, anche perché, se non lasci offerte al "tipo" di turno corri il rischio di trovare l'auto danneggiata o di subire addirittura danni fisici. Quante volte è capitato?
A mio avviso, il problema sta a monte. Mi spiego, per arrestare o sanzionare un parcheggiatore abusivo, c'è bisogno della denuncia del'automobilista. Cosa un pò assurda, in quanto, a volte, ci si trova con bambini a bordo, di conseguenza meglio evitare rischi inutili. Inoltre, mentre si telefonano le forze dell'ordine, il "tizio" è già andato chissà dove. Senza contare il fatto che si prende la targa e si ripresenta dopo un pò di tempo per "vendicarsi".
L'ideale sarebbe che le auto della polizia municipale, pattuglino le zone dove sostano questi individui, in modo da beccarli con le mani nel sacco.
L'alternativa(permettetemi la battuta) è fare il corso e diventare anche noi parcheggiatori abusivi.
A presto

Nessun commento:

Posta un commento