lunedì 10 agosto 2015

VENDE LA SUA AZIENDA E DA 200.000 EURO AI SUOI DIPENDENTI


Ciao a tutti/e,
Qualche post fa, vi ho parlato di Richard Branson, il proprietario della Virgin, che ha dato ferie gratis illimitate(cliccate per rileggere l'articolo) ai suoi dipendenti a condizione che svolgano pienamente il loro lavoro.
Oggi invece, mi piacerebbe segnalarvi la storia di un altro imprenditore che con una parte dei suoi guadagni ha fatto delle opere buone per i suoi dipendenti.
Il tizio in questione e Nevzat Aydin, un uomo turco, ex propietario della Yemek-Sepeti, una società che porta cibo a domicilio.

L'uomo ebbe questa  vincente idea imprenditoriale nel 2000 e ci investì ben 71.000 euro di oggi. Assunse un bel pò di persone che negli anni sono aumentati fino a raggiungere il numero di 114 dipendenti. Tutta brava gente dedita al lavoro.
Nevzat, a differenza di un capo normale è anche un leader e per far crescere l'azienda ha puntato tutto sul lavoro di squadra. Tutti sono importanti, ognuno è un membro fondamentale di uno stesso nucleo. Un qualcosa di simile ad una famiglia più che ad un posto di lavoro dove bisogna solo sgobbare. Piano piano sono cresciuti insieme, fino a che l'imprenditore, non ha ricevuto un offerta di 589 milioni di euro dal colosso tedesco Delivey Hero.
Una crescita incredibile, impensabile 15 anni fa. L'offerta è irrinunciabile ed Aydin, come gran parte delle persone al suo posto ha accettato.

Un leader è tale sempre. Se crei una famiglia, poi ti ci affezioni e probabilmente questo è capitato a quest'uomo. Chissà, forse vede i suoi dipendenti come figli e fratelli, o più semplicemente ha solo un cuore d'oro, fatto sta che ha deciso di regalare ai suoi sottoposti ben 24 milioni di euro. In pratica, ognuno di loro ha ricevuto all'incirca 215 mila euro a testa. Non pochi considerato che lo stipendio medio oscilla tra i 1.000-1.500 euro.
Com'era naturale i dipendenti hanno esultato per questa decisione, lo hanno eletto il miglior datore di lavoro del mondo.
Chi non l'avrebbe votato?
Lui ha dichiarato che: "La storia di Yemek Sepeti non è stata scritta nel giro di una notte. Io credo nel lavoro di squadra e penso che il successo dia molte più soddisfazioni se è condiviso con il resto della squadra. Alla notizia, alcuni dipendenti gridavano, altri mi hanno scritto appassionate lettere di ringraziamento. Con questa decisione si può migliorare la vita di molte persone. Grazie a questo gruzzolo i nostri dipendenti potranno acquistare case, automobili e tante altre cose". 

Un regalo molto utile che solo una persona unica e con un cuore d'oro può fare al prossimo.
E pensare che in rete c'è anche chi ha postato critiche molto aspre.
Per quel che mi riguarda quest'uomo è una persona per bene, il prototipo del datore di lavoro ideale.
Da tempo oramai ho la convinzione che l'unica strada per uscire dalla crisi è l'unione tra le persone e la condivisione dei guadagni. Se una persona lavora per un'altra è giusto che ne condivida i profitti. Dando più dignità ai dipendenti non si ottiene solo il loro lavoro, ma anche l'affetto e la fedeltà che sono doti che valgono molto, anche perché da lì nasce l'amicizia. E lavorare con un amico è un qualcosa che da profitti enormi, sia sul lavoro e sia per quel che riguarda la crescita dell'individuo.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento