venerdì 20 novembre 2015

GIOCA A TOMBOLA E VINCE UN LAVORO


Ciao a tutti/e,
l'altro giorno mi ritrovai a parlare con un mio caro amico che da poco ha perso il suo lavoro da precario. Parlando e discutendo ci ritrovammo a finire col dirci la solita frase fatta: "oramai avere un lavoro fisso è un privilegio per pochi è quasi come vincere al gioco!"
A me uscì questa frase: "Chissà che un giorno lo stato non inventi un gioco dove mette in palio un lavoro! Sai quanti soldi entrerebbero nelle casse statali?!?"

Ci salutammo e andai a navigare un pò sul pc fino a che non mi imbattei in una notizia...che confermava la battuta che avevo fatto qualche ora prima solo per scherzo.
In pratica, a Pontedellolio, in provincia di Piacenza, per la festa di san Rocco una signora ha vinto un posto di lavoro giocando a tombola!
Naturalmente, non parliamo di un posto fisso, bensì di un contratto a 4 mesi messo in palio dal salumificio San Bono di Nicolas Piazza che ha il suo stabilimento nell'antico borgo commerciale della Valnure. 
Il bello è che, come in tutti i concorsi, si sono presentati ben 1.500 candidati che hanno acquistato la cartella per giocare.
Tutti sono stati presi da stupore quando hanno scoperto che la signora vincitrice già ha un lavoro. Niente paura dovrà solo scegliere se donare la sua vincita ad un parente disoccupato o se fare un rifornimento di salumi per un anno.

Ora vorrei chiedere a voi che leggete: cosa fareste al suo posto?
Da un lato, l'idea sembra simpatica: giochi due euro(il costo di ogni singola cartella) e vinci un posto di lavoro. Niente più colloqui, niente più curriculum. 
Alla fine della giornata pensavo e ridevo da solo e mi chiedevo: e se avessi ragione? Se inventassero giochi dove si vincono lavori? In fondo ai nostri giorni è quasi più facile una vincita casuale che trovare un lavoro dopo anni ed anni di studi, formazione e preparazione.
Voi che ne pensate?
A presto

4 commenti:

  1. a mio parere è stata una bella iniziativa

    RispondiElimina
  2. Ci sono persone che non hanno possibilità di studiare a lungo, quindi lavorare ed imparare un mestiere grazie ad una vincita la trovo molto giusta.
    Sempre avendo coscienza di ciò che si fa...
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pia,
      certo può essere un occasione per chi ha avuto meno. O anche una seconda opportunità. L'idea è stravagante ma resta comunque il fatto che, seppur per sorteggio, ha dato lavoro ad una persona.
      Speriamo solo che il lavoro aumenti e i disoccupati diminuiscano...
      Ciaooooo

      Elimina
  3. Ciao Brezza,
    di sicuro è stata un iniziativa stravagante però, se serve a dare lavoro...
    Anche se penso che poi si tratti di un argomento serio quindi da trattare in maniera più seria...

    RispondiElimina