giovedì 26 novembre 2015

IL CENTESIMO CHE VALE 2.500 EURO


Ciao a tutti/e,
tutti noi lavoriamo per guadagnare. Bella scoperta vero? I soldi piacciono a tutti, ne vogliamo intascare tantissimi. Tutto giusto, purché li si guadagni con onestà.
Ci si sente più sicuri(economicamente) con un bel foglio da 500 euro in tasca, se esci con i 200 euro fai un figurone e non sfiguri se ne hai 100.
Eppure ci sono degli euro che molti...odiano!

Si, parlo di loro, i famosi spiccioli da uno e due centesimi. Quelli che per cercarli, ci impieghi delle ore. Quelle monetine minuscole che si trovano spesso buttate letteralmente per strada e che nessuno raccoglie. Servono a poco. Sfido, che ci compri con 1 o 2 cent? Nulla, ti ridono dietro.
Eppure, alcuni centesimi, potrebbero risolverci qualche problema.
Parlo del centesimo, la moneta di taglio più piccolo che esiste nella comunità europea.
Sembra quasi che questo denaro si stia vendicando delle persone che se ne sono disfatte cosi facilmente.
Come tutti sanno, sul centesimo c'è disegnato Castel del Monte(che si trova in Puglia), mentre sulla moneta da 2 cent c'è la Mole Antonelliana.

Qualche anno fa, la zecca dello stato, commise un errore: su quella di un centesimo gli disegnò la Mole Antonelliana. Ne produsse qualche migliaio di esemplari. Li per li, non ci fu nessuna conseguenza, nel senso che vennero messe sul mercato ma, una volta accortosi dello sbaglio, si dispose per il ritiro delle monetine.
Solo che con il tempo ne sono rimaste ancora in circolazioni circa 7.000 esemplari e pian pianino, stanno acquistando un valore altissimo.
Ogni centesimo "sbagliato" vale almeno 2.500 euro!
E' risaputo che alcuni collezionisti non badano a spese per completare la loro collezione, costi quel che costi, il pezzo dev'essere nelle loro mani.
Ed è proprio ciò che è successo circa un anno fa, dove uno di questi centesimi è stato pagato ben 6.600 euro che più o meno corrispondono a circa 5 stipendi di un lavoratore medio.

Naturalmente, da quando l'errore è stato reso pubblico, si è scatenata una ricerca al pezzo pregiato in tutta Europa.
Qualcuno non ci crederà, ma ho incontrato gente che prendeva da terra le monetine gettate da tempo per controllare se fosse quella giusta. Salvo poi rilanciarla li dov'era una volta notato l'abbaglio.
La caccia al tesoro è iniziata, quando andate a fare la spesa, controllate bene le vostre monetine che amate di meno, perché se è quella giusta, seppur piccola, vi farà fare un bel figurone e vi risolverà qualche problemino economico.
Un unico dubbio mi resta: ammesso e non concesso che trovo una monetina...dove vado a pescare il collezionista che se la compra?
Quant'è complicato guadagnare qualche soldino!
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento