giovedì 9 giugno 2016

MATRIMONIO CON GATTI


Ciao a tutti/e,
chi mi segue, sa che amo gli animali e scrivo spesso storie sui nostri amici a due e quattro zampe. A volte parlo anche degli amici con le ali che ci allietano con i loro canti.
Anche molti lettori del blog amano i nostri amici pelosetti e piumati. Sinceramente, pensavo che nessuno come noi è innamorato di loro, ma sbagliavo e di grosso. C'è qualcuno che ci ha persino superati e di molto.
Due ragazzi infatti, Luise e Dominic hanno deciso di sposarsi ed hanno organizzato un vero e proprio matrimonio con gatti!
Si, nel vero senso della parola.

Partiamo dall'inizio, i due sono canadesi ed un giorno decisero di fare un viaggio a Parlier, in California, dove Lynea Lattanzio, una signora, che nel 1992, dopo aver divorziato dal marito ha deciso di aprire nel suo terreno attorno alla sua casa, un gattile dove non ci sono gabbie. Questa signora, oramai quasi settantenne, dopo un anno riuscì a diventare veterinaria e riuscendo a risparmiare persino sulle spese mediche per i cuccioli. In tanti anni, si è preso cura di 24.000 gatti.
Tornando a noi, i due piccioncini andarono a visitare questo posto magnifico(per la cronaca si chiama cat house of the kings) dove i mici diventano a...mici dei visitatori.
Li scoccò la scintilla che li fece innamorare. Davanti a più di mille gatti(1.100 in media ce ne sono) si diedero il loro primo bacio.
I due col tempo hanno viaggiato e condiviso la loro passione per gli animali ed i gatti in particolare. E in quale altro posto avrebbero potuto celebrare il loro matrimonio? Solo li, nel gattile, davanti ai gattini che avevano visto nascere il loro amore(chissà non ci sia il loro...zampino!)

Hanno quindi organizzato un matrimonio in grande stile, celebrato niente poco di meno che dalla signora Lynea davanti a 1.100 gatti tutti in festa per loro. A dire il vero, gli invitati erano pochini per lo più micetti che giocavano e facevano fusa ai due sposi, ma anche agli invitati, in maggioranza operatori tv(ha avuto un eco mediatico enorme). Anzi, le loro fusa è stata la colonna sonora della festa.

A volte l'amore per gli animali non ha confini, forse, sembra un pò esagerato a volte ma la colpa non è dei cuccioli, che danno sempre amore(spesso ricevendone poco) ma dell'essere umano che ha perso il senso e l'importanza dei rapporti con il prossimo, con la conseguenza che le persone, a volte, ricevono più amore da un cane o gatto che da un proprio simile. Sembra quasi che l'uomo con l'evoluzione si sia imbestialito e che gli animali umanizzati.
Siamo ancora in tempo per tornare indietro e dare un importanza vera ai propri sentimenti e a prenderci cura del prossimo che molto spesso è a qualche metro o centimetro da noi.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento