lunedì 12 dicembre 2016

REGALO O DONO NATALIZIO?


Ciao a tutti/e,
negli ultimi post abbiamo parlato della festa del Natale.
Come già scritto, il Natale, non è la festa della corsa sfrenata ai regali. Molti hanno quasi paura di questa festività e non vedono l'ora che finisce per tornare al ritmo quotidiano, forse meno frenetico(?)
Certo, se vista cosi, ci si può spaventare però, entrando in questo magnifico periodo nel modo giusto, forse potremo cambiare idea e diventerà un momento incredibilmente intenso, da vivere con le persone che amiamo.

Per trasformare la festa natalizia, dobbiamo cambiare prima qualcosa dentro di noi, nel nostro io.
Bisognerebbe capire che festeggiamo la nascita del Bambino Gesù che si è donato a noi con amore.
Se riusciremo ad entrare in questa ottica, probabilmente otterremo ben due risultati importantissimi.
Il primo sarà che finalmente vivremo questa santa e bellissima festa mettendo al centro il Festeggiato. Molte volte infatti, quasi senza accorgercene, tendiamo a pensare a tutto ed a tutti, fuorché al vero motivo per cui stiamo festeggiando. C'è festa a Natale, solo se nei nostri cuori nasce Gesù.
Il secondo risultato sarà che trasformetemo la festa del regalo sfrenato, nella festa del dono gratuito. Il che, suona già in un modo diverso e soprattutto più libero.

Il regalo infatti è un qualcosa quasi di "obbligato", per esempio: faccio il regalo a Tizio perché mi ha fatto un piacere, mi serve per un mio obiettivo o, semplicemente mi ha regalato qualcosa a sua volta.
Il dono invece è un concetto del tutto diverso, un qualcosa che viene da dentro e gratuito.
Ti dono perché ti voglio bene, perché sei importante per me. Oppure, ti dono il mio aiuto perché hai ne hai bisogno. Quasi come dire: ti dono un po' di me.
Questo è il senso del dono natalizio che dobbiamo mettere sotto i nostri alberi.
Ma, soprattutto, ci scambiamo pensierini, perché ricordiamo il Dono che il Bambino nato a Betlemme ha fatto a noi uomini.
Un Dono di se gratuito, che non conosce tornaconto, un Dono d'Amore.

Concludo dicendo: quando regaliamo, facciamolo con amore e serenità, senza corse sfrenate, in fondo, basta un pensiero, un sorriso, un po' di se che non costa nulla ma da tantissimo all'umanità. Facciamolo avendo sempre presente nel cuore il Dono che ci è stato fatto più di 2000 anni fa.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento