venerdì 9 dicembre 2016

SIMBOLI NATALIZI


Ciao a tutti/e,
dopo aver parlato nei post precedenti dei più importanti simboli natalizi, in questo articolo, cercherò di spiegarvi il significato di altri oggetti che incontriamo durante questi giorni di festa.

Campana
Un altro segno che vediamo spesso a Natale sull'albero, sul presepe o anche nelle confezioni di cestini natalizi e regali è la campana.
Anche qui c'è una storia, chissà, se leggenda o realtà, ma vale comunque la pena leggerla.
Sul ciglio della strada, dove passavano i pastori che si stavano recando in visita a Gesù, giaceva un bambino cieco, desideroso anche lui di andare a far visita al neonato Re. Nessuno si curava di lui, tutti correvano nella grotta, ma nemmeno ad una persona venne in mente di accompagnarlo. Nemmeno uno di loro pensò che, al Bambino appena nato, avrebbe fatto molto piacere un gesto d'altruismo nei confronti del piccolo.
Scese la notte, il bambino, che desiderava davvero andare ad adorare Gesù, sentì in lontananza il rintocco di una campana da bestiame. Forse pensò che si trattasse della mucca che si trovava nella stalla di Gesù Bambino. Si fece forza e seguendo il suono della campanella, arrivò fino alla mangiatoia dove si trovava il Piccolo Re.

Il pettirosso.
Anche qui c'è una leggenda molto commovente. Un pettirosso che stava nella stalla dove nacque Gesù, vide che il piccolo fuocherello che scaldava il Bambino, si stava spegnendo e per non far soffrire il freddo al Piccolo, si mise a battere le ali forte forte per tutta la notte. Gesù così gli donò un petto rosso e lo fece diventare uno degli uccelli più belli del creato.

Stella di Natale
Forse tutti già conoscono quella bellissima pianta dai fiori rossi e le foglie grandi di colore verde: Le famose stelle di Natale.
Su questa pianta meravigliosa, ci sono alcune storie molto emozionanti e molto commoventi. A me ne piace una in particolare che vi racconterò.
C'era in un posto del mondo, il giorno di Natale, un bambino poverissimo che voleva portare un dono come tutti, al piccolo Gesù.
Pensò di portare dei fiori, ma vide che davanti al presepe, ce n'erano già di bellissimi. Lui, come detto era povero, ma povero davvero. Aveva raccolto dei fiori che erano quasi delle erbacce ma, era l'unica cosa che aveva. Si inginocchiò davanti al Bambinello abbracciando i suoi fiori vergognandosi del "misero" dono. Si mise a piangere. Una lacrima bagnò quei fiorellini, e...quando meno se l'aspettava Gesù fece un miracolo: trasformò quei fiorellini miseri, in una pianta stupenda dalle foglie rosse e verdi: la stella di Natale, che diventò da allora, la pianta simbolo delle feste natalizie.
Leggo in questa storia anche un messaggio: se doniamo, magari anche poco, con il cuore, c'è Gesù che moltiplica e trasforma il nostro misero poco, in qualcosa di eccezionale.

I simboli del Natale di cui  ho parlato in questo post ed in quelli precedenti sono quelli che conosco, penso di averli scritti tutti o...quasi!
Magari ce ne sono altri e mi sono sfuggiti, chissà!
Se voi avete curiosità su qualche simbolo, o anche altre curiosità natalizie, lasciatemi un commento e cercherò di soddisfare i vostri quesiti.
Tocca a voi ora, vi aspetto numerosi.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento