giovedì 3 marzo 2016

OOHO LA BOTTIGLIA D'ACQUA COMMESTIBILE

Ciao a tutti/e,
uno dei problemi che affliggono il nostro pianeta è quello dei rifiuti. Ne produciamo in quantità spropositata.
Purtroppo, in molte parti del mondo, soprattutto nel nostro paese, la raccolta differenziata stenta a partire. Un vero peccato, in quanto, gran parte dei rifiuti prodotti è dato da materiale di imballaggio che potrebbe essere tranquillamente riciclato, tipo la plastica.

Quante sono le bottiglie d'acqua che ogni giorno vengono gettate nell'indifferenziato?
Centinaia di migliaia in tutta Italia. Roba da mangiarsi le mani e qualcuno ha pensato di far mangiare anche le bottiglie di plastica a chi di solito le getta nell'indifferenziato.
Niente paura, non è una minaccia per nessuno, anzi è una bellissima idea che è venuta a tre ragazzi spagnoli: Rodrigo Garcia Gonzalez, Guillarme Couche e Pierre Paslier.

In pratica hanno inventato un materiale commestibile per creare bottiglie che contengono acqua.
Il progetto si chiama Ooho(nome del nuovo contenitore) ed è una membrana resistente formata da estratti di alghe. Si può mangiare tranquillamente e viene lavorata con la sferificazione, una tecnica della gastronomia molecolare che, solidifica l'esterno formando la membrana conservando il liquido al suo interno(nel nostro caso l'acqua).
Questa nuova e interessante invenzione, forse cambierà(almeno in parte) le tecniche di confezione dei liquidi e chissà in un futuro più lontano anche quello dei cibi.
Non solo ha il vantaggio di ridurre i rifiuti degli imballaggi, ma ha anche dei costi bassissimi: 2 centesimi al pezzo, di conseguenza potrebbero diminuire i prezzi dei prodotti.

Forse si è risolto un primo problema per chi non fa la raccolta differenziata? Chissà, ma penso che questa, forse è la strada giusta per rispettare un pò di più l'ambiente in modo simpatico.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento