giovedì 9 aprile 2015

DUE ANNI DI CARCERE PER CHI MANGIA CONIGLIO


Ciao a tutti/e,
siamo in tanti ad amare i nostri amici a 4 e a due zampe, o con le ali. Dopo un iniziale scetticismo adottiamo i nostri cuccioli e giorno dopo giorno, scopriamo le loro qualità, capendo che molto spesso, il vero animale non è un cane o un gatto, bensì è l'essere umano che è capace di grandi cose nei riguardi del prossimo, ma anche di tanta malvagità. Cattiveria gratuita che molto spesso viene riversata nei confronti degli animali.
Chi vive con un pelosetto, si accorge molto presto che nasce un amore, un legame, un qualcosa che va aldilà di tanti giudizi, di chi gli animali non li ama tanto o è indifferente nei loro confronti.
Spesso, i nostri amici, vengono considerati "animali da salotto" ma sono molto, molto di più!

Prendiamo un cane ad esempio, ci aspetta a casa quando usciamo. Si mette in un angolino quando non ci siamo(qualche marrachella la fanno in nostra assenza) ed appena varchiamo l'uscio della nostra casa...ci salta addosso per riempirci di feste.
Un gatto è li a farci le fusa(quando lo decide lui) ed alcuni esperimenti medici stanno stabilendo che sono un ottima cura per varie patologie.
Gli uccellini che svolazzano liberi per le case pronti ad allietarci con le loro melodie.
Poi ci sono i conigli, esserini piccoli e dolci che ci guardano con occhio tenero, quasi a chiederci: abbracciami!
Ti seguono ovunque, ti saltano sulle gambe o accanto quando ti siedi. Piccoli amici che rendono migliore la giornata.

Purtroppo però, il coniglio è anche un piatto prelibato per molti. Personalmente, pur non essendo vegano, non ne mangio. Forse sarà perché qualche amico coniglietto l'ho avuto ma non ne ho mai avuto il coraggio.
Sono tante le ricette che si preparano con i nostri simpatici amici.
C'è qualcuno però, che ha pensato di fare una legge, che proibisce di mangiare e commerciare la carne di coniglio.
La politica in questione è la deputata Michela Vittoria Brambilla che sta raccogliendo firme(più di 10.000 finora) per far diventare illegale nutrirsi con carne di coniglio, in quanto dovrebbe essere considerato pari ad un cane o un gatto.
Le statistiche dicono che questi cuccioli sono al terzo posto nella classifica di animali da compagnia.
In pratica fanno parte anche loro della famiglia, come si potrebbe dire il contrario?

Il testo di legge proposto dice testualmente che: chiunque allevi , esporti, importi, sfrutti economicamente o detenga, trasporti ceda o riceva a qualunque titolo conigli al fine della macellazione, o commercializzi le loro carni rischi da 4 a due anni di carcere e una multa da 1.000 a 5.000 euro per ciascuno animale".
In pratica, anche chi fa pellicciotti con il pelo di coniglio può essere arrestato.
Inoltre sono previste sanzioni di 75 euro per chi non iscrive all'anagrafe il proprio coniglio e 50 euro a chi lo iscrive ma non lo dota del microchip di riconoscimento.
Si dovrà garantire all'animale una sistemazione adeguata che consiste in una gabbia grande almeno un metro per 70 centimetri, con una cassetta di legno(il suo nascondiglio) non impregnata di sostanze tossiche. Per almeno 3 ore al giorno il cuccioletto dovrà essere libero di scorazzare per casa.

Un nuovo regolamento forte per chi non ama questi simpatici amici. Chissà se questa legge andrà avanti o se verrà dimenticata come tante altre. Quel che mi sento di consigliare è di prendere un coniglio, crescerlo, diventargli amico, giocare e vivere con lui, per poi capire se davvero si ha il coraggio di mangiarne uno. Se lo si trova regalarlo subito a qualcuno.
I conigli sono amici dell'uomo al pari di cane e gatti. Come loro, ci danno amore e ci aspettano per strapparci un sorriso quando la sera torniamo a casa dopo una lunga e faticosa giornata.
Un pò d'amore per loro farebbe bene prima a noi.
A presto.

6 commenti:

  1. Scusa Anthares ma mi pare una boiata!
    Allora io conosco due asinelli, quelli del mio vicino, gli porto pure il pane, e non posso più mangiare gli agnolotti d'asino? Oppure devo fare gli agnolotti alla piemontese senza coniglio arrosto?

    La boiata ancora più assurda è che NON va in galera chi violenta, stupra, uccide una persona e secondo la Brambilla ci finisce chi uccide un coniglio o lo mangia o lo vende?

    No, non ci credo proprio!

    Io amo gli animali, ho cane, gatti galline e galletti e raccolgo sovente vagabondi per strada ma in questa "novità" riscontro semplicemente un guizzo di estemporaneità.
    Ognuno deve essere libero di mangiare ciò che crede. Se la Brambilla non vuole mangiare il coniglio faccia pure. Ma non può impedere agli altri di farlo.

    Se pensassero a far leggi per far migliorare la situazione economica italia sarebbe di gran lunga meglio!

    RispondiElimina
  2. Condivido il rispetto per gli animali. Ognuno può amare chi meglio crede. Però leggere queste cose mi fa pensare sulla sanità mentale di certe persone. Ma siete completamente impazziti?? Allora da domani niente più conigli, niente più agnelli...sono così carini, niente più mucche, niente più asini,niente più pesci" ti guardano così dolci quasi volessero un bacetto su quelle tenere labbra", niente più maiali....MA ANDATE A FARE IN CULO!!! Se qualcuno invece di pensare a queste stronzate avesse seguito di più la propria azienda, con lavoratori e famiglie a carico.....

    RispondiElimina
  3. Concordo,nn mi interessa ki ci perde,ki ci guadagna,si avete capito bene,nn mi interessa!sn arrivata ad un punto,nella mia vita,ke dico quel ke penso,senza pensare al giudizio degli altri!quindi,io dico:basta ad amnazzrare i conigli!alla gente ke commenta su di noi ke siamo matti,beh,gente,la mia indifferenza verso di voi é totale!basta ammazzare asini,mucche,agnelli,conigli,etc.etc.!Dimenticavo:guardate ke se nn li mangiate nn morire di fame,se fate il contrario,beh,qlkuno potrebbe augurarvi di peggio,ihihihih😀

    RispondiElimina
  4. pensate a quante PERSONE , ancora oggi muoiono per interesse , quanti banbini muoiono di FAME ,siete ridicoli

    RispondiElimina
  5. L'anonimo del 9 aprile mostra molto bene il livello linguistico-culturale dei sostenitori di questa proposta di legge. Comunque voglio deluderlo: anni fa la Brambilla ha fatto analoga proposta per asini e cavalli, e ovviamente non è passata; e analogamente non passerà neanche per i conigli, perché li mangiano tutti gli italiani, e perché l'Italia è il secondo produttore mondiale della sua carne. Di fronte a ciò, le esigenze di quattro squinternati animalisti valgono meno di zero, e la proposta di legge presto cadrà nel dimenticatoio.
    Che il coniglio sia al terzo posto tra gli animali domestici è una frescaccia inventata dagli animalisti. Pensate soltanto a quanta gente ha cani, gatti, canarini, pappagalli e pesci rossi (fanno cinque) e confrontate con quanti pochi hanno un coniglio. Stiamo parlando di pochi fanatici (10.000 firme su 60 MILIONI di italiani!), mentre la stragrande maggioranza degli italiani considera (giustamente) il coniglio come cibo (perché è ciò che è da sempre e in natura, a differenza di cani e gatti che sono predatori - e c'è coniglio anche nel cibo per cani e gatti, a proposito), l'ha sempre mangiato e continuerà a mangiarlo, nonostante le fallimentari proposte di legge brambilliane, che per ovvi motivi non vedranno mai la luce. I conigli non sono affettuosi, sono animali selvatici, non amano essere abbracciati (guardate lo sguardo terrorizzato del coniglio abbracciato dalla Brambilla), anzi li spaventa a morte. Sono tra i mammiferi con la minore intelligenza, altro che "sentimenti". I maiali meritano di vivere molto più di loro, solo che non sono pucciosi.

    RispondiElimina
  6. Prima dei conigli stabiliamo di far diventare animali d'affezione pesci e crostacei, che la Brambilla ama tanto da allevare e vendere (e non come animali da compagnia)!
    Mi dispiace deludere l'autore del post, ma i conigli non "ci danno amore" né "ci aspettano per strapparci un sorriso quando la sera torniamo a casa dopo una lunga e faticosa giornata." Ci aspettano (chi lo ha come animale domestico) per avere finalmente da mangiare. Il resto sono illusioni costruite da chi antropomorfizza gli animali.
    La carne di coniglio è cibo per molte più persone che quelle che lo ritengono un animale domestico, oltre ad essere molto più sana di p.es. maiale e manzo (non c'è quasi grasso/colesterolo) ed anche "efficiente" per la produzione (un kg di carne di coniglio si produce con le stesse risorse impiegate per produrre 4-6 kg di carne di manzo).
    In passato pensavo che ognuno potesse tenere l'animale che preferiva come animale domestico, ma visto quali sono i rischi, d'ora innanzi riterrò sbagliato allevare conigli per ragioni diverse dal mangiarli, visto che queste sono le conseguenze. Comunque una sparuta minoranza non avrà la meglio sul volere degli italiani, e questa dispotica legge non passerà mai.

    RispondiElimina