giovedì 24 novembre 2016

LE INVENZIONI DEGLI ULTIMI ANNI HANNO CAMBIATO LA VITA DELL'UOMO?

Ciao a tutti/e,
in questi giorni, mi sono messo un po' a riflettere su quali possono essere le invenzioni che hanno migliorato l'essere umano. La maggior parte delle scoperte, soprattutto quelle degli ultimi 20 o 30 anni sono strane.
Su ammettiamolo, la tecnologia è bella, però è un arma a doppio taglio, di sicuro è utile ma ci fa perdere qualche abitudine più interessante che abbiamo e che ci fa bene psicofisicamente. Esiste questa parola? Non lo so, però, se non esiste l'ho inventata io, tenetelo presente!

Dicevo, posso portarvi tantissimi esempi di nuove tecniche per facilitare la vita dell'uomo ma che l'hanno anche come dire..rincitrullito!
Iniziamo dai telefonini, forse la prima vera pietra miliare del nostro rincitrullimento.
In principio, utilizzavamo il vecchio telefono grigio mimetico della antica Sip. Quello fisso al muro. Chi dei più adulti non lo ricorda? Quello con la rotella con i numeri che molti genitori bloccavano con il lucchetto per risparmiare qualche soldo delle telefonate.
Di nascosto, avevamo le chiavi del lucchetto o lo aprivamo con mezzi di fortuna. Spesso si rompevano e ci beccavano con le mani nel sacco. Di li, si è passati ai cordless che però, non ci si poteva allontanare più di qualche metro dalla base, poi, d'improvviso i telefoni cellulari.
Eehhh quanti di noi dissero all'epoca: "non lo comprerò mai!" e poi ora ne abbiamo 2 o 3 a testa.
Che invenzione! Tutti con i cellulari. Anche se stiamo a pochi metri di distanza, ci chiamiamo! Un ristorante? Internet sul cellulare ci ordina in quale posto mangiare. Lo decide lui, in base alle nostre esigenze. Vogliamo un caffè? Il telefonino provvede premurosamente e ce lo prepara. E se lo dimentichiamo: che guaio! Come si fa? Magari ce ne accorgiamo dopo km di non averlo in borsa e torniamo dietro a riprenderlo. Una vera e propria dipendenza. Non ci crederete ma, a volte ho incontrato coppie di amici e fidanzati seduti uno di fronte all'altro e si inviavano sms per comunicare, la bocca rigorosamente chiusa.

Uh, cosa mi avete fatto ricordare, l'sms! Quanti si sono dati a testate nel muro a causa degli sms?!? I famosissimi short message service.
Gli esperti di comunicazione dicono che questi  messaggini hanno creato un tipo nuovo di linguaggio, obbligando chi li invia ad essere sintetici(in principio erano 140 caratteri per sms).
Sono convinti che si è venuta a creare una nuova grammatica...col piffero!!!!!
Gli sms sono degli assassini! Dei pazzi omicida che hanno ucciso la lingua italiana, l'idioma più bello del mondo.
Per uno straniero, ascoltare un discorso in italiano è quasi melodia! E gli esperti parlano di nuova grammatica?!? Vi trascrivo un sms tipico di grammatica moderna che mi arrivò qualche anno fa sul telefonino: "Hi cm va?tt bn?c vdim dm 18 se cmb qks t avviso cn 1 essemmesse!"
Ditemi voi: è italiano tutto ciò? Questo linguaggio si utilizza in letteratura, ma per descrivere una guerra epica con cannoni, missili e tant'altro! cm, tt, qks, boom, ti trovi nel mezzo di una battaglia?!?
Poi perché scrivi tutto abbreviato che non ci capisco nulla? Inoltre, mi devo sforzare e ti sbeffeggi di me scrivendo la parola sms, che puoi abbreviare, per esteso? Vuoi umiliarmi allora? Nonostante sia ancora giovane, vuoi dimostrare che son vecchio ed antiquato?
Comunque, mi son adeguato anche io ed ora capisco molto di più, pensate, so anche tradurre quel messaggio, scommettiamo? "Ciao, come va? tutto bene? ci vediamo domani alle 18 se cambia qualcosa ti avviso con un sms". Perdonatemi, ho avuto uno scatto d'orgoglio.
Per non parlare del tasto micidiale del T9, per il vostro bene, vi consiglio di non utilizzarlo. E' vero, molti si trovano bene, io e qualcuno altro siamo quasi andati in galera a causa di quel meraviglioso tasto da eliminare dalla storia delle invenzioni.

Passiamo alla scoperta regina della storia moderna dell'umanità: il pc.
In questo caso, io ed il personal computer, ci siamo conosciuti e voluti bene pian pianino, come avviene nelle migliori storie di amicizia.
Litigando e menandoci a vicenda, ci siamo conosciuti meglio e ora almeno ci rispettiamo, ma anche un po' di bene c'è! Ho persino un blog!
Una scoperta utilissima direi, se la si sa utilizzare! Certo, perché se ti addentri nei social network sei spacciato!
Tutti iniziano cosi, per provare, poi ci provano gusto, postano i loro pensieri, si rendono utili nel sociale, inseriscono foto, conoscono gente e divorziano da mogli e mariti.
Naturalmente, estremizzo tutto per farci 4 risate, però, mi è capitato di leggere una statistica dove il 30% dei divorzi inglesi, avviene a causa di...facebook!
Anche perché poi, con il foto ritocco, anche Gargamella quando non riesce a mangiare i puffi, diventa una bella donna o un principe azzurro in foto.
Inoltre, tanti pensano di diventare famosi coi social. Tutti fanno foto nelle stesse posizioni e con le stesse espressioni, fateci caso: tipo bulletto e pupa di uomini e donne. Tutti cosi le fanno. Ma che giocate a un due tre stella...?!? Al gioco dei mimi?
Inoltre, c'è anche il furbetto che vuol dare l'impressione del tipo interessante e struttura il suo tempo sul social in 3 fasi.
La fase 1, si mette a seguire un miliardo di persone. Di questi un duecento o trecento utenti gli ricambiano il cosiddetto follow.
La fase 2 consiste nel defolloware(notate i termini che ho imparato e come li mastico bene) il 98% dei tizi che segue. Il 2% è composto dai personaggi famosi ai quali elemosina il ricambio del follow!
Scrive tutte cose stupide, se tutto va bene e senza manco accorgersene passa alla fase 3...tutti lo bloccano. Il furbacchione però, sostiene che il tutto è colpa del social che non va o che non è buono!

Altra grande trovata, che all'apparenza potrebbe passare in secondo piano, è la carta di credito.
Quella che viene chiamata anche soldo elettronico, con la convenienza, del non portare dietro contanti e la garanzia di sicurezza...ops.
Sapete quanti hanno subito un furto di soldi dal proprio conto perché gli avevano clonato la carta di credito? A bizzeffe! E dicono: "tranquilli, è sicuro, tanto bloccate la carta!" Eh no! la carta la devi bloccare prima e non dopo che hanno prosciugato il conto di un poveretto che si è fidato.

Quante invenzioni hanno cambiato la nostra giornata. Molti ad esempio, si sono trovati bene con il wc(da poco inventato dai giapponesi) con fotocamera digitale e possibilità di postare le foto sul social preferito. Credetemi, fate una ricerca su Google immagini e troverete la foto che non ho osato inserire in questo articolo.
Wc con fotocamera...per far cosa poi?!?
O anche il raffredda spaghetti elettronico che, mentre mangiate con la forchetta i vostri spaghettini...si aziona(dalla forchetta) un ventiltore che vi raffredda tutto prima che lo portiate alla bocca per mangiare.

Sono tantissime davvero. A volte, mi fermo a pensare quanto erano belli i tempi, quando si batteva a macchina un curriculum e lo si portava a mano dal datore di lavoro. O quando si scriveva una lettera d'amore alla persona amata e com'era bella l'attesa di una risposta.
Quanto era comodo il telefono fisso, un giorno non volevamo sentire nessuno per restare un po' soli con noi stessi, uscivamo e nessuno poteva rintracciarci. Si andava in un posto, spesso segreto, dove nessuno poteva raggiungerci e ci impegnavamo pian pianino a conoscere una persona fondamentale nel nostro quotidiano: noi stessi.
Non si può negare che i nuovi passi che si fanno per facilitare i gesti delle persone sono belli ed utili, però ricordate una cosa: la tecnologia è  un arma a doppio taglio ed è lei al servizio dell'uomo e non il contrario. L'essere umano è nato libero.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento