lunedì 30 settembre 2013

TUTTO IL MONDO E' PAESE

Ciao a tutti/e,
oggi vi racconterò una storia di alieni..terrestri. Terrestri perchè sono esserei umani, nati sulla terra, ma alieni nel senso che c'è gente alienata.
Una storia che mi è capitata e che ha una morale secondo me: tutto il  mondo è paese!

Come tutte le mattine, dopo aver atteso per mezzora il bus, finalmente passa il tanto atteso.
Da sottolineare che c'è traffico in questi giorni nella mia città(Napoli), perchè piano piano chiudono  le strade ed in quelle aperte si concentrano tutte le auto. Leggiamo il lato positivo della cosa: diminuisce l'inquinamento..in alcune zone della città(in altre aumenta).
Sarebbe molto meglio se i bus passassero con più frequenza.
Comunque ero nel pullman che chissà come, era quasi vuoto. La giornata era bella, piena di sole, si stava bene insomma.
Nel posto di fronte al mio, c'era un tipo: alto circa 170 cm, pelato, un pancione davanti, scuro di pelle, stile napoletano o almeno personaggio del sud. Però aveva un faccione un pò..come dire.."accazzimmato".

Mi soffermo sul termine"accazzimmato" nel napoletano moderno deriva dal termine "cazzimmoso" da "cazzimma" che può avere due significati nel mio dialetto: uno positivo, l'altro negativo. Se detto in modo positivo ten' à cazzimma cioè ha la cazzimma significa che è un tipo intelligente, furbo, in gamba che risolve le situazioni in un modo geniale, imprevisto, da fuoriclasse. In modo negativo ten' à cazzimma significa che è un tipo cattivo, egoista, che pensa solo a se stesso. Per esempio un professore che boccia uno studente nonostante quest'ultimo merita un 30 e lode, magari facendogli una domanda impossibile da rispondere e..lo boccia! Dimenticando tutto il bagaglio e l'arte dimostrata dallo studente nel corso dell'esame.

Detto questo torniamo al nostro tipo, era di fronte a me seduto, non l'ho visto marcare il biglietto, uno subito pensa: "vuoi vedere che questo è un portoghese?" ma poi ci ripensi e dici:"ma no dai..è un napoletano, si vede, e che importa? Di sicuro ha l'abbonamento!" perchè pensare male?
D'improvviso da non so da dove, caccia fuori un mucchio di buste di plastica, avete presenti quelle vecchie buste di immondizia che una volta ci portavano a casa? Quelle tutte arrotolate che sembravano un bastone e possono essere utilizzate all'occorrenza come arma di difesa? Quelle che formano un rotolo insomma! Ecco quelle la! on la differenza che erano di colore azzurro. Mi incuriosisce e penso"mò che combina sto tipo?", "ma dai..saranno affari suoi!"..e no!
Da come le apre e da come le scarta uno dice "No, potrebbero diventare affari di tutte le persone civili!"
Che fa? ne prende qualcuna e le butta a terra nel mezzo pubblico. "e vabbè, tanto le rialza, pensi", passa una fermata, due, alla terza comincio(non solo io) a guardare il simpaticone, lui ti riguarda con il visino simpatico che si ritrova, quasi a dire"e che le devo rialzare io?" , "nooooo, pensiamo noialtri, le dobbiamo alzare noi!" le buste intanto sono li che prendono il sole nel bus che intanto si riempie di persone che inciampano nelle bustine stesse.
Qualcuno gli ha e gli ho fatto gentilmente notare che lui è la persona che ha gettato a terra quei rifiuti, e lui? Insiste che devono restare a terra, che se dipendesse da lui si smaltirebbero li in quel vecchio bus.
Gli faccio notare che la busta di plastica per essere smaltita necessità di qualche secolo. A lui non se ne frega..tanto qualcuno la rialzerà! Il tutto va avanti fino a che qualcuno gli fa una bella domanda, intelligente direi: "a casa tua fai cosi?" e lui con molto self control: "no, da me in Veneto gli spazzini passano tutti i giorni, scopano e noi mica possiamo sporcare?".

Da notare che il bus era in ritardo però per onore del vero era pulito. Poi sale il controllore che giustamente fa il suo mestiere e gli chiede "biglietti prego!", "no alla prossima scendo, grazie!". Mica ti sta offrendo un caffè? mica è una proposta? Tanto anche se veneto a Napoli, le sue leggi non valgono mica.
Ora questo bell'imbusto è di sicuro un eccezione, anche perchè ho conosciuto tanti veneti e persone che vengono dal nord Italia che definire eccezionali è dir poco. Però fa pensare questo episodio.
E' vero, tutto il mondo è paese!
Un personaggio importante che ha tanto portato in alto il nome di Napoli e dell'Italia nella commedia "Napoli milionaria" disse: "in ogni città ci stann' è 'bbuon è malament'" in ogni città ci sono i buoni e i cattivi, qualunque sia il nome della città e in qualsiasi posto del mondo si trovi.
Alla prossima..

Nessun commento:

Posta un commento