lunedì 31 marzo 2014

I SOLDI CHE DIVENTANO CONCIME


Ciao a tutti/e,
in passato, in questo blog, ho già parlato del problema immondizia, di come riciclare piatti e bicchieri(mangiandoli, vi lascio il link per chi volesse leggere  http://parliamodituttoinsieme.blogspot.it/2014/03/ricicliamo-mangiando-piatti-e-bicchieri.html ), e su dove è nata, almeno, da noi in Europa(si dice a Napoli, lascio anche l'altro link http://parliamodituttoinsieme.blogspot.it/2014/03/la-raccolta-differenziata-invenzione.html ). Questa notizia, però, ha superato ogni tipo di immaginazione: stanno pensando di riciclare i soldi!

Si, avete letto bene! Tranquilli nessuna operazione illegale, anzi. Vogliono soltanto trasformare i soldi in compost che diventerà concime per piante e soprattutto per frutta e verdura.
L'idea è nata in Brasile, dove la banca centrale sta pensando di riciclare il denaro che è andato oramai fuori corso. Quindi ha incaricato l'Università federale rurale d'Amazzonia ed il governo dello stato di Parà, di fare degli studi sulle banconote. E si è scoperto che le monete brasiliane hanno un potere nutritivo superiore a quello dello sterco di bovino, un super concime dunque.

Si è già deciso di investire i primi 34 mila euro(100.000 real brasiliani) per iniziare una sperimetazione e studi più approfonditi.
Si sono raccolti ben 500 kg di bigliettoni e sono stati forellati(per evitare che qualcuno faccia sparire il malloppo) e le si stanno trasformando in composto organico, mescolandole ad acqua fagioli, mais e altre sterpaglie, fino a farla diventare una sistanza liquida.
A beneficiare della nuova invenzione, saranno soprattutto le comunità degli agricoltori che stanno già facendo formazione per creare e utilizzare questo nuovo prodotto nelle loro terre.
Si è calcolato che in media, una tonnellata di concime, costa fino a 150 real, con la nuova tecnologia di riciclo, i risparmi saranno molto elevati.

Personalmente penso, che il recupero dei rifiuti, sia l'unica strada utilizzabile per ridurre l'immondizia e ben vengano tutte le nuove tecniche di riutilizzo della spazatura. Anche perché la trovo una questione di progresso della civiltà di un paese.
In questo caso, resto un pò scettico, in quanto, le banconote, di solito(se la memoria non m'inganna) contengono carta(quindi piombo), un po' d'oro e altre sostanze cosi dette nocive se vengono ingerite. Di conseguenza utilizzarle come composto organico, sebbene mescolato a tanta altra roba naturale, non potrebbero nuocere alla salute, se poi una volta cresciuti i frutti vengono immessi sul mercato?
Spero che i brasiliani effettuino degli studi più approfonditi sotto questo aspetto, in fondo il loro motto è ordine e progresso(se traduco bene ciò che è scritto sulla loro bandiera). E l'avanzare del progresso deve assolutamente andare di pari passo con il rispetto della natura e delle persone, in fondo anche l'essere umano fa parte del creato.

Concludo con un ricordo di quando ero ragazzo, quando ci dicevano che bisogna sempre impegnarsi al massimo, fare sacrifici per ottenere i risultati desiderati e che i soldi non crescono sugli alberi.
Da oggi, almeno in Brasile, forse si è stravolta la storia.-.i soldi cresceranno anche sugli alberi!!!!!
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento