giovedì 17 settembre 2015

LASCIA IL POSTO DI LAVORO PER BATTERE IL RECORD DI SELFIE


Ciao a tutti/e,
tutti da bambini hanno un sogno. Spesso, dentro di noi, c'è un desiderio inconfessabile di superare qualche record. Essere primi in qualche cosa è importante per un essere umano, in quanto, gli permette di elevarsi dalla massa, anche se, a volte, il ramo in cui si primeggia può essere un pò...stravagante. Per primeggiare, a volte, si è pronti a fare sacrifici e rinunce immani.

Come è accaduto a Bhanu Prakash Racha, un ragazzo indiano, che ha capito quale è il suo sogno nascosto: battere il record di selfie scattati in un ora.
Questo giovane aveva un lavoro a tempo pieno ed indeterminato(che bella frase!) come ricercatore in un ospedale ad Hyderabad. Lavoro che non ha esitato a lasciare quando la Guinness World Record ha accettato la sua domanda di record, che per la cronaca è detenuto dal giocatore di football americano Patrick Peterson con 1.449 selfies all'ora.
Ha lasciato il suo sicuro lavoro, per questo irrinunciabile record perché se lavori dalle 22:00 alle 6:00 non hai tempo di allenarti. 
Lui dice che durante gli allenamenti scatta circa 1.700 foto ma vuole arrivare a 1.800.

Ora, due sono le cose: o è pazzo, o se batte il record ha qualche contratto pubblicitario che gli permetterà di guadagnare molto di più in caso di record superato. Ci sarebbe anche una terza opzione e cioè che è solo malato di selfie, come tante altre persone nel mondo.
Ci riuscirà? Chi lo sa!
Personalmente faccio il tifo per lui, perché ognuno ha il diritto di seguire i propri sogni e per farlo bisogna metterci il cuore. L'importante è che non ci si lamenti perché si è disoccupati dopo qualche tempo. Cercherò di tenervi informati su come andrà a finire, intanto...forza Bhanu!
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento