martedì 22 novembre 2016

SIAMO SOLI NELL'UNIVERSO?




Ciao a tutti/e
la sera, che ci sia la luna o la pioggia, sono solito affacciarmi alla finestra ad ammirare il cielo. E' per me un appuntamento irrinunciabile con il firmamento. E proprio una di queste notti mi sono venute alcune domande a cui, già so di non poter dare risposta, almeno per il momento.
Direte: che ce la scrivi a fare? Sinceramente, lo direi anche io, però, mi farebbe piacere conoscere il vostro pensiero.
La domanda è quella da un milione di Euro che molti si fanno: siamo soli nell'universo? O c'è altra vita in qualche posto sperduto del cosmo?

C'è chi dice si e chi no però, di prove certe, scientifiche, a quanto pare non ce ne sono per entrambe le correnti di pensiero.
Sicuramente qualche passo avanti è stato fatto. Nel senso che si pensa(non c'è niente di ufficiale ma molti studi) sia stata trovata acqua sulla Luna e su Marte. Inoltre, ci sono alcuni dati che lasciano presupporre che possa esserci qualche forma di vita su pianeti lontani anni luce dalla nostra terra o anche nel nostro sistema solare(almeno su satelliti di alcuni pianeti).
Anche la scienza, sembra che sia alla ricerca degli alieni.

Naturalmente, come vita, si intende sia intelligente o anche a livello di microorganismi.
Con le ultime missioni ad esempio, gli studiosi stanno cercando fossili sul pianeta rosso, per stabilire se in passato ci sia stata qualche civiltà più o meno evoluta.
Ci sono anche progetti per ricevere e mandare messaggi da e per l'universo con la speranza che qualcuno li capti.
Se ci mettiamo a pensare...una specie di telefonata che dura per secoli! Considerato le lunghe distanze, se qualche popolo intergalattico riceve un nostro messaggio, potrebbe già essersi estinto e quando arriverà la risposta, potremmo esserci estinti noi, se continuiamo a trattare cosi il nostro pianeta.
Lo stesso vale se qualcuno ha provato a contattarci secoli fa.
Inoltre, dovremmo avere tecnologie più o meno simili per percepirci.

Qualcuno dice di aver avvistato anche qualche navicella spaziale, ma bisogna stare attenti e controllare bene se si tratta  di astronavi o meno.
In fondo, chi di noi non ha mai avvistato un ufo? Lo ammetto, anche io! Però, inteso come oggetto volante non identificato che molto probabilmente ha origine terrestre.
Anche perché le distanze per venire da un altro pianeta sono enormi, ci vorrebbero anni per raggiungerci e ciò non è possibile con una tecnologia tipo la nostra, ne per un alieno che ha caratteristiche simili a quelle di un uomo. Poi, per cosa? Secoli di viaggio e farsi vedere qualche minuto per poi salutarci ed andare via?
Eppur vero che popoli di altri pianeti potrebbero avere una storia più lunga della nostra e quindi una tecnologia più avanzata che riduce i tempi del viaggio. Ed è altrettanto vero che comunque bisognerebbe cercare anche forme di vita...diverse dalla nostra. Mi spiego meglio, la vita sulla terra ha delle basi(acqua, etc etc), in altre galassie magari si è sviluppata su basi diverse e a noi sconosciute.

La risposta alla fatidica domanda possiamo darla solo alzando un po' la testa quando c'è una bella notte d'estate ed ammiriamo il firmamento. In quei momenti, ti chiedi: è possibile che noi terrestri, inteso come uomini, animali e piante, siamo soli nell'universo?
Possibile che in un cosmo che contiene miliardi di galassie con all'interno miliardi di miliardi di stelle con miliardi di miliardi di miliardi di pianeti che ci girano intorno, la vita si sia sviluppata solo sulla nostra amata terra?
Sono sicuro che anche molti di voi che leggete vi siete posti questa domanda almeno una volta nella vita, avete avuto qualche risposta? Io la mia ve l'ho data, ora tocca a voi...
A presto...

Nessun commento:

Posta un commento