giovedì 19 luglio 2012

NAPOLI INVASA DALLE BLATTE?..NON PROPRIO!

Ciao a tutti/e,
oggi vorrei affrontare un problema che sembra affligga ultimamente(solo?) la mia città: le blatte!
Come ho già scritto in alcuni miei post, sono napoletano..doc direi senza presunzione.
Sono un napoletano verace che ama la propria città e che vorrebbe se possibile migliorarla e non peggiorarla, quindi ogni cosa che scriverò in questo post non è scritta per difendere attaccare nessuna parte politica ne comunale, ne regionale, ne nazionale.
Scrivo di questo argomento soltanto perchè desidero che la mia amata città, non sia sempre attaccata, maltrattata da tutta Italia e non solo.
Non so perchè accade ciò, forse per invidia, o forse perchè un pò noi popolo abbiamo i nostri difetti(come tutti i popoli del mondo), o forse perchè si è presa un abitudine cosi piacevole ad attaccare la città più bella del mondo(a mio parere) che quasi non se ne può fare a meno...

Tornando alle blatte, questo argomento mi ha toccato più degli altri, perchè ho letto vari giornali, sia su internet che quotidiani cartacei(mi piace ancora comprarli) e sembrava quasi che Napoli fosse stata invasa dalle blatte, tipo i marziani  del film mars attack.
Blatte giganti pronte ad invadere ed ammazzare prima la città, poi il resto d'Italia ed infine conquistare il mondo.
Ed ho cominciato a chiedermi:"ma qui una volta non c'erano i famosissimi scarrafoni?"
Tutti sanno che gli "scarrafoni" erano famosi qui a Napoli, Pino Daniele, grande cantante partenopeo gli ha dedicato persino una sua bellissima canzone, i napoletani gli hanno dedicato anche un famosissimo proverbio: "ogni scarrafone è bell' 'à mamma soja" "ogni scarafaggio è bello per la sua mamma". Già perchè lo "scarrafone" non è altro che uno scarafaggio e la blatta cosa è?..una specie di scarafaggio..forse?!?
Poi mi son detto: "Per parlarne in tutto il mondo, forse è il solito problema che abbiamo in esclusiva a Napul'?" e mi son messo a fare ricerche, su internet e non solo.

Ho subito scoperto che le nostre blattuccie(le chiamo cosi per simpatia) non sono mica nate qui a Napoli, bensì sono state importate dalle isole Eolie. Quindi son straniere potremmo dire!
Continuando a cercare ho notato che, questa notizia, l'hanno data anche i quotidiani esteri.
In quel momento ho subito pensato che era giusto che scrivessero queste notizie, in fondo possono parlare e scrivere perchè nei loro paesi di problemi come questi li hanno risolti da almeno un centinaio d'anni. Poi però mi son imbattuto nei "cafards"! Sapete cosa sono? Scarafaggi(o blatte che dir si voglia) francesi. Questi sono stati trovati a Parigi, però anche a Nizza! Il posto dove tutti i ricchi vanno in vacanza, quelli che di soldi ne hanno in quantità industriale e vanno a spenderli li. Quindi forse i quotidiani stranieri che hanno attaccato Napoli, hanno pensato: meglio non renderle pubblice queste cosucce e parlare dell'Italia(perchè Napoli si trova in Italia, tutti lo sanno però qualcuno, magari pochissimi, non lo ricordano).
Ora, capisco che magari li hanno la r moscia e si fanno chiamare scavvafoni o scavafaggi, e comprendo pure che sono più chic però..sempre scarrafoni sono!
Le blatte quindi si trovano ovunque, a Napoli, in Italia, in Europa, in Asia(li però è diverso le mangiano!) e nel mondo.

Di certo questi insetti fastidiosi a Napoli ci sono, non è vero che siamo invasi, però non è vero neanche che siano totalmente assenti come qualcuno(politico) ha voluto far credere.
Sto spesso in strada e purtroppo devo confermare l'esistenza di questi animaletti, però non è che ci sia una vera invasione. Se ce ne andiamo in giro ad esempio in una giornata di sole per la città, verso sera un paio ne incontramo probabilmente.
Ed è vero che possono essere pericolose, come topi(anche questi son diffusi su tutto il pianeta) ed altri animali del genere, che vivono in fogne(perche le blatte vengono su dalle fogne).
Possono infatti trasmettere tifo e colera per esempio.
E la cosa che non si capisce è perchè non si è fatto nulla per cercare di evitare questo problema.

So che per evitare un proliferarsi di blatte, l'unico modo è quello di effettuare una disinfettazione in primavera che vada a distruggere le uova e quindi sopprimere il problema alla fonte.
Ora come dice la dottoressa dell'università Federico II di Napoli Maria Triassi l'unico modo per risolvere il problema è raccogliere l'immondizia da strada e tenere le stesse pulite, oltre che fare pulizie anche in cantine e scantinati privati.
Mi permetto di inserire qui in questo post il virgolettato preso da un giornale, delle parole dette dalla dottoressa:

''Le accortezze da adottare sono invece semplicemente due: ora, per tamponare il problema, bisogna procedere con le disinfestazioni. Poi bisogna mantenere pulite le strade dai rifiuti, spazzare e fare frequenti lavaggi, e scongiurare assolutamente una nuova emergenza che in questo momento sarebbe tragica. E, infine, bisogna liberare le grate dei tombini perché è la mancanza di ossigeno nelle fogne che fa uscire all'esterno questi animali. A settembre, poi, bisogna procedere con una disinfestazione massiccia e a tappeto in modo da eliminare le uova di questi animali che depositano sul fondo dei tombini".

Quindi non capisco(e non solo io) perchè si sia sottovalutato il problema qualche mese fa. Anche perchè questi insettucci ci sono sempre stati in città, anzi in passato l'emergenza c'è stata davvero in alcuni quartieri(compreso il mio), parlo di 5-10 anni fa.
Comunque penso che sia giusto imparare dagli errori, anche perchè, la nostra città, ha sempre il fiato sul collo del resto del mondo, come se si aspettasse il momento giusto per colpirla.
Quindi se l'anno prossimo verremo segnalati per lo stesso problema, il tutto sarebbe davvero assurdo!

Di certo Napoli non è un modello di vivibilità, questo è sicuro e fanno bene i cittadini a segnalare sempre i problemi che ci sono, sta poi alle istituzioni cercare di risolvere queste situazioni delicate, anche perchè pure se son simpatiche, a qualcuno potrebbero dar fastidio, infezioni ed epidemie  a parte...
Perchè poi, bisogna considerare che anche se ci sono in tutte le parti del mondo, Parigi e Nizza comprese, dovremmo andar fieri di altri vanti che contraddistinguono Napoli dalle altre città, dovremmo andar fieri dei nostri panorami, della bellezza della città o dal nostro mare, o della nostra creatività.
Un ultima cosa, se volete venire a Napoli..veniteci, non ve ne pentirete, anzi vivetela e imparerete ad amarla...
A presto...

Nessun commento:

Posta un commento