venerdì 4 luglio 2014

DAL 21 LUGLIO PAGHEREMO GLI AVVISI DI CHIAMATA A TIM E VODAFONE

 
Ciao a tutti/e,
alzi la mano chi non ha un telefono cellulare....?!?....il tempo passa e immagino tutti con le manine abbassate.
Tutti ne abbiamo almeno uno. E tante sono le compagnie telefoniche a cui ci abboniamo per una buona tariffa.
Al giorno d'oggi, i costi si sono molto abbassati rispetto ai primi anni del nuovo millennio.
Purtroppo, in questo post, devo parlarvi di una spesa in più che dovremo sostenere dal 21 luglio.

Non tutti sono a conoscenza infatti che, da quel giorno, alcuni servizi gratuiti Tim e Vodafone diventeranno a pagamento.
Mi riferisco ai famosissimi LoSai e ChiamaOra di Tim ed al Recall e Chiamami di Vodafone.
Innanzitutto, entro nei dettagli su cosa queste opzioni ci offrono:

- LoSai di Tim è quel servizio che si attiva ogni volta il nostro telefonino è spento, non prende o è impegnato in un altra conversazione. Quando siamo tornati disponibili, il gestore in questione ci avvisa su chi ha provato a contattarci con un sms.

- Chiama ora di Tim, si attiva quando chiamiamo qualcuno e questo ha il telefono spento, occupato o semplicemente non ha linea. Nel momento in cui torna raggiungibile ci avvisa con un sms.

- Il servizio Recall di Vodafone si attiva quando la persona chiamata ha il telefono spento, occupato oppure non raggiungibile. Nel momento in cui l'utente torna richiamabile riceveremo un sms.

- Il servizio Chiamami di Vodafone si attiva quando riceviamo chiamate ed abbiamo il telefono spento, occupato o non raggiungibile. All'accensione del cellulare riceviamo un sms che ci avvisa su chi ha provato a telefonarci.

Come ho già scritto, queste opzioni dei due gestori telefonici più importanti in Italia, sono famosissime ed utilizzate da tutti. Finora è stato molto comodo e gratuito. Dal 21 luglio saranno tutte a pagamento.
Per quel che riguarda la Tim, i due servizi avranno un costo di 1,90 euro ogni 3 mesi, con una possibile spesa annuale di 7,60 euro.
Mentre, per quel che riguarda la Vodafone, un costo di 6 centesimi al giorno. In pratica, se non riceviamo chiamate a telefono spento, non paghiamo nulla ma, una volta che il cellulare è occupato scatta la tariffa. La spesa massima annuale ammonterà a 21,90 euro.
Non male come colpo in questo periodo di crisi, considerando anche che, oramai tutti siamo abituati a queste "comodità".

Naturalmente, per entrambi i gestori, potremo disattivare il tutto, chiamando il numero 40920 per quel che riguarda Tim ed il 42070 per Vodafone che è fornita di un ulteriore numero(il 42592) per ulteriori informazioni al riguardo.
Entrambe le compagnie telefoniche sono obbligate a informare i loro clienti tramite sms prima di quella data.
Per i possessori di un contratto ad abbonamento le modifiche del contratto inizieranno il 21 settembre e ci sarà un avviso tramite chiamata del gestore.

Ho pensato di scrivere questo post perché purtroppo, non tutti hanno ricevuto ancora il messaggio di notifica. Ho anche notato che ne il pinguino della Vodafone e ne il testimonial Tim stanno pubblicizzando in tv questo sconveniente cambiamento per i clienti.
Mi chiedo: era proprio necessario in questo periodo un ulteriore costo a carico dei consumatori? Ed inoltre ci sono davvero utili queste due opzioni, abitudini a parte? A noi la risposta, sperando che sia la più saggia.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento