lunedì 29 giugno 2015

TRUFFA DEI ROLEX A NAPOLI: TURISTI DA TRUFFATI A TRUFFATORI


Ciao a tutti/e,
Napoli è una città molto speciale, stupenda, con bellezze incredibili. E' un posto che sembra fatto appositamente, per chi ha voglia di ammirare il bello, il fascino, l'arte,la cultura, senza contare il divertimento e tante altre cose belle.
La città partenopea però è anche spesso bistrattata, i suoi cittadini portano una cattiva nomea come si dice da noi.

Spesso si dice che i napoletani sono belli, scanzonati, allegri ma anche furbi e qualche volta campano di espedienti e di truffe!
Da napoletano, non poso dire altro che sono solo luoghi comuni. A Napoli c'è sì la delinquenza, ma come in tutte le altre metropoli del mondo. I napoletani, come diciamo da noi portano à mala nummenata, traduco: la cattiva nomea!
Ma non sempre è così, il problema è che l'occasione fa l'uomo ladro!

Come in tante altre città(sono costretto a ripetermi), purtroppo, ci sono atti di delinquenza verso i turisti che sbarcano. Avvengono scippi e truffe che sono mirate a rubare il Rolex dal polso dei malcapitati viaggiatori, che arrivano nella bella Neapolis, per godersi le bellezze del luogo. Non tutti a dire il vero!
C'è qualche furbetto che viene dall'estero, che ha deciso di truffare lui utilizzando la nostra mala nummenata a suo vantaggio.
Questa notizia l'ho letta sul sito on line de "Il Mattino" il giornale più importante del meridione e tra i più titolati sul territorio nazionale.
In pratica, "l'onesto turista", prima di mettersi in viaggio per Napoli, va da una compagnia assicurativa per stipulare una polizza contro furto di orologi e beni di valore.
Poi prende e parte per la città del sole e del mare, si fa la sua bella crociera(o prende l'aereo) e sbarca in città. Va a spasso con famiglia e amici, non ha difficoltà ad ammettere che si trova in una delle città più belle del mondo e, passeggiando passeggiando, va in un commissariato a denunciare il furto del suo Rolex che non ha subito!

Naturalmente, per le forze dell'ordine è complicato scoprire in che via è accaduto il fatto per via della lingua. Anche perché poi sono vaghi: "mi trovavo qui", "Un tizio mi ha stretto la mano con affetto, mi ha toccato", "mi ha urtato strattonandomi" ed il gioco è fatto. Finisce il suo viaggio e tranquillamente al ritorno va all'assicurazione con il  foglio di denuncia a riscuotere il premio.
Secondo le forze dell'ordine tutto è sotto controllo e si stanno prendendo le precauzioni del caso(in effetti sono diminuite negli ultimi tempi).

Vi ho raccontato questa storia per cercare di sfatare un pò i luoghi comuni che ci sono su Napoli.
Non tutti i napoletani sono delinquenti ed imbroglioni, anzi, sono solo la minima parte che purtroppo, rovinano la nostra amata città. E c'è anche da dire che non tutti i turisti italiani o che provengono dall'estero sono onestissimi. Sono solo una piccola parte naturalmente sono delinquentelli. Purtroppo, ogni città come ogni categoria di persone, porta con se gente buona e gente cattiva, che si spera siano sempre in minoranza.
Concludo il post incoerentemente con due luoghi comuni: si sa, tutto il mondo è paese e l'occasione può fare l'uomo ladro.
A presto.

2 commenti:

  1. hai sbagliato il titolo però..così come lo hai scritto è ingannevole e da un senso opposto a ciò che poi scrivi.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia,
      ti ringrazio per avermelo segnalato: hai consigli su come modificarlo?
      Grazie per il commento

      Elimina